Rapporto OCSE e Rapporto FMI sull'amministrazione fiscale

Il rapporto OCSE "ITALY’S TAX ADMINISTRATION" e il Rapporto FMI "Enhancing Governance and Effectiveness of the Fiscal Agencies" sull’amministrazione fiscale italiana, commissionati dal MEF all’OCSE e al Fondo Monetario Internazionale, sono stati presentati il 19 luglio 2016 ai parlamentari delle Commissioni Finanze di Camera e Senato.

Nel primo documento, redatto dall’OCSE , si prende atto che l’Italia e, in particolare l’amministrazione finanziaria, sta intraprendendo una serie di importanti riforme per il miglioramento del sistema fiscale. In tale contesto, un ruolo rilevante è svolto dalle Agenzie fiscali che si sono impegnate a rendere più efficace la lotta all’evasione.

Il Fondo Monetario Internazionale, nel secondo documento, ha esaminato l’organizzazione, la governance e la prestazione operativa dell’amministrazione finanziaria e in particolare dell’Agenzia delle Entrate.

In entrambi i documenti emerge un giudizio positivo sull’amministrazione e sulle Agenzie fiscali che hanno migliorato la performance del sistema italiano.

Allo stesso tempo il sistema presenta alcune criticità a partire dalle molteplicità dei soggetti istituzionali che vi operano. Il FMI e l’OCSE, infatti, raccomandano un migliore coordinamento a livello strategico e operativo tra le diverse entità. Le convenzioni che regolano i rapporti tra il Ministero dell’economia e delle finanze e le Agenzie dovrebbero prevedere pochi obiettivi di carattere generale e strategico. L’azione, inoltre, dovrebbe essere rivolta a migliorare l’adempimento spontaneo.