Adempimenti dei comuni

I regolamenti e le delibere di determinazione delle aliquote o delle tariffe della IUC devono essere approvati dal comune entro il termine fissato dalle norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione, come previsto per la generalità dei tributi locali dall’art. 1, comma 169, della legge n. 296 del 2006.

I regolamenti e le delibere relativi alla IUC devono, poi, essere pubblicati sul presente sito internet www.finanze.gov.it. Per l’IMU e la TASI, la pubblicazione costituisce - ai sensi del comma 13-bis dell’art. 13 del D.L. n. 201 del 2011 e del comma 688 dell’art. 1 della legge n. 147 del 2013 - condizione di efficacia dei regolamenti e delle delibere di approvazione delle aliquote, mentre per la TARI - in virtù del comma 15 del citato art. 13 del D.L. n. 201 del 2011 - la pubblicazione sostituisce l’avviso in Gazzetta Ufficiale previsto dall’art. 52, comma 2, del D.Lgs. n. 446 del 1997 e svolge una finalità meramente informativa.

Ai fini della pubblicazione sul presente sito internet, i regolamenti e le delibere in materia di IMU, TASI e TARI - ai sensi delle disposizioni appena richiamate - devono essere trasmessi dai comuni esclusivamente per via telematica, mediante l’inserimento del testo degli stessi nell’apposita applicazione del Portale del federalismo fiscale  (www.portalefederalismofiscale.gov.it). Tale trasmissione telematica costituisce a tutti gli effetti adempimento dell’obbligo di invio degli atti al MEF e non deve, pertanto, essere accompagnata dalla spedizione dei documenti in formato cartaceo o mediante PEC.

Per quanto concerne, poi, il termine entro cui deve essere effettuata la trasmissione dei regolamenti e delle delibere di approvazione delle aliquote o delle tariffe, si precisa che:

  • per l’IMU e la TASI l’inserimento nel suddetto Portale deve avvenire entro il 14 ottobre di ciascun anno, ai fini della relativa pubblicazione sul sito internet www.finanze.it che deve essere effettuata dal Dipartimento delle finanze entro il 28 ottobre;
  • per la TARI, l’inserimento nel citato Portale deve avvenire entro trenta giorni dalla data di scadenza del termine previsto per l’approvazione del bilancio di previsione.

Si sottolinea che la legge di stabilità per il 2016, oltre ad anticipare il termine per l’inserimento degli atti nel Portale del federalismo fiscale dal 21 ottobre al 14 ottobre, ne ha espressamente sancito la natura perentoria.

Per effettuare l’inserimento degli atti, occorre accedere all’area riservata del Portale del federalismo fiscale, selezionare il servizio Normativa tributi locali e, quindi, la sezione denominata IUC(IMU-TARI-TASI)/IMI/IMIS, seguendo poi le istruzioni riportate nell’apposita guida.

Il medesimo adempimento deve essere eseguito per i regolamenti e le delibere di approvazione delle aliquote relativi ai tributi IMI e IMIS, applicabili, rispettivamente, nei comuni della Provincia Autonoma di Bolzano e in quelli della Provincia Autonoma di Trento.

Si precisa che, come chiarito con nota prot. n. 7812 del 15 aprile 2014, non deve essere trasmessa al MEF la delibera della Giunta comunale con cui viene nominato il funzionario responsabile della IUC o dei singoli tributi di cui l’imposta si compone.

Per informazioni relative alle modalità di pubblicazione e agli atti pubblicati in materia di IUC, rivolgersi a: Ministero dell’economia e delle finanze, Dipartimento delle finanze - Direzione legislazione tributaria e federalismo fiscale, tel. 06/93836277-417-418-419, PEC df.dltff@pce.finanze.it.