Linee guida per l’applicazione della normativa sui piani di risparmio a lungo termine

Le linee guida riguardano l’interpretazione della normativa posta dalla legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio per il 2017) con cui è stato delineato uno speciale regime fiscale agevolativo per i “piani di risparmio a lungo termine”.
Si tratta di una incentivazione fiscale del risparmio di lungo termine, ad applicazione generalizzata, finalizzata a:
-    offrire maggiori opportunità di rendimento alle famiglie;
-    aumentare le opportunità delle imprese di ottenere risorse finanziarie per investimenti di lungo termine;
-    favorire lo sviluppo dei mercati finanziari nazionali.
Il meccanismo incentivante è desumibile dall’impianto normativo delineato nei commi da 100 a 114 dell’art. 1 della legge di bilancio per il 2017, ed è incentrato sui “piani di risparmio a lungo termine”.
Le presenti linee guida tendono a chiarire le principali questioni interpretative evidenziate dalle associazioni di categoria, in particolare :
-    relativamente all’ambito soggettivo dell’agevolazione: la possibilità per un minore di essere titolare di un PIR; le conseguenze derivanti dal trasferimento all’estero della residenza del titolare e le conseguenze derivanti dal decesso del titolare del PIR;
-    relativamente all’ambito oggettivo dell’agevolazione: quali sono gli strumenti finanziari che possono formare il PIR; i vincoli di composizione e il limite alla concentrazione del PIR con particolare riguardo alle modalità di computo degli stessi nell’ambito delle gestioni collettive (OICR e contratti di assicurazione); i limiti all’entità dell’investimento avendo riguardo alla rilevanza dei proventi conseguiti dall’investitore;
-    relativamente al funzionamento del PIR: le modalità di costituzione; le movimentazioni (cessione e rimborso) degli strumenti finanziari contenuti nel PIR con particolare riguardo alle modalità di computo del vincolo di detenzione quinquennale; gli eventi che comportano l’attivazione del meccanismo di recupero a tassazione (cd. recapture) precisando quale aliquota si applica.