Accise

Regime generale

  • Decreto legislativo 29 marzo 2010,n.48 - Attuazione della direttiva 2008/118/CE relativa al regime generale delle accise – abrogazione della direttiva 92/12/CEE E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Serie generale n.75 del 31 marzo 2010, il Decreto legislativo 29 marzo 2010,n. 48. La direttiva, entrata in vigore il 1° aprile 2010, semplifica le procedure ed accresce la trasparenza negli scambi intracomunitari, introducendo un sistema informatizzato per i movimenti ed i controlli dei prodotti soggetti ad accisa (EMCS – Excise Movement and Control System).
  • La Direttiva n° 2008/118/CE del Consiglio del 16 dicembre 2008 relativa al regime generale delle accise abroga la Direttiva 92/12/CEE del 25 febbraio 1992 con efficacia a partire dal 1° aprile 2010. La direttiva stabilisce il regime generale relativo alle accise gravanti, direttamente o indirettamente, sul consumo dei prodotti energetici ed elettricità, degli alcole e delle bevande alcoliche e dei tabacchi lavorati.
  • Direttiva 92/12/CEE del 25 febbraio 1992, relativa al regime generale, alla detenzione, alla circolazione ed ai controlli dei prodotti soggetti ad accisa, come modificata dalla Direttiva 92/108/CEE del 14 dicembre 1992, dalla Direttiva 94/74/CE del 22 dicembre 1994, dalla Direttiva 96/99/CE del 30 dicembre 1996 GUCE 23.03.1992 L 76.
    La Direttiva disciplina il regime generale relativo ai prodotti soggetti ad accisa. Istituisce un'interconnessione fra i "depositi fiscali" degli Stati membri. La Direttiva distingue tra:
    • circolazione in regime di sospensione: la merce circola liberamente nell'ambito di una rete di depositi muniti della necessaria autorizzazione nazionale, in quanto soggetti ad accisa al momento del consumo finale;
    • acquisti per uso proprio: la riscossione colpisce la merce all'atto dell'acquisto effettuato in qualsiasi Stato membro dal cittadino, che poi provvede al trasporto di essa in altro Stato, per uso proprio.

Bevande alcoliche

  • Direttiva 92/83/CEE del 19 ottobre 1992 relativa all'armonizzazione delle strutture delle accise sulle bevande alcoliche e sull'alcol contenuto in altri prodotti. GUCE 31.12.1992 L 316.
    La Direttiva istituisce un sistema armonizzato delle accise che gravano sulle bevande alcoliche e sull'alcool contenuto in altri prodotti.
  • Direttiva 92/84/CEE del 19 ottobre 1992 relativa al ravvicinamento delle aliquote delle accise sull'alcol e sulle bevande alcoliche. GUCE 31.10.1992 L 316.
    La Direttiva disciplina il ravvicinamento delle aliquote delle accise sull'alcol, sulle bevande alcoliche, sui prodotti intermedi, sul vino, sulla birra, fissando percentuali minime di applicazione.

Tabacchi lavorati

  • Direttiva n. 2011/64/UE del 21 giugno 2011 definisce i principi generali di armonizzazione della struttura e delle aliquote dell'accisa che gli Stati membri applicano ai tabacchi lavorati. La direttiva codifica, incorporandole in un unico atto, le direttive n. 92/79/CEE (ravvicinamento delle imposte sulle sigarette), n. 92/80/CEE (ravvicinamento delle imposte sui tabacchi lavorati diversi dalle sigarette), e n. 95/59/CE (imposte diverse dall'imposta sul volume d'affari che gravano sul consumo dei tabacchi lavorati), che nel corso del tempo hanno subito diverse e sostanziali modificazioni.
  • Direttiva 92/79/CEE del 19 ottobre 1992 relativa al ravvicinamento delle imposte sulle sigarette. GUCE 16.02.2002 L46.
    La Direttiva introduce imposte di consumo minime sulle sigarette, come definite dalla direttiva 72/464/CEE.
  • Direttiva 92/80/CEE del 19 ottobre 1992, relativa al ravvicinamento delle imposte sui tabacchi lavorati diversi dalle sigarette. GUCE 31.10.1992 L316.
    La Direttiva stabilisce accise minime per i tabacchi lavorati diversi dalle sigarette.
  • Direttiva 95/59/CE del 27 novembre 1995 relativa alle imposte diverse dall'imposta sul volume d'affari che gravano sul consumo dei tabacchi lavorati. GUCE 06.12.1995 L291.
    La Direttiva stabilisce alcuni principi generali per armonizzare le strutture dell'accisa che gli Stati membri applicano ai tabacchi lavorati.
  • Direttiva 99/81/CE del 29 luglio 1999 che modifica la Direttiva 92/79/CEE, la Direttiva 92/80/CEE e la Direttiva 95/59/CE. GUCE 11.08.1999 L211.
    La Direttiva prevede che gli Stati membri dispongano di un certo margine di flessibilità per adeguare l'incidenza dell'accisa minima globale in funzione di alcune variazioni, incluse quelle delle aliquote Iva.
  • Direttiva 2002/10/CE del 12 febbraio 2002 che modifica la Direttiva 92/79/CEE, la Direttiva 92/80/CEE e la Direttiva 95/59/CE. GUCE 16.02 2002 L46.
    La Direttiva stabilisce una maggiore convergenza delle aliquote fiscali applicate sui tabacchi negli Stati membri, per favorire il funzionamento del mercato interno attuale e post-allargamento.
  • Direttiva 2003/117/CE del 5 dicembre 2003 che modifica le direttive 92/79/CEE e 92/80/CEE e autorizza la Repubblica Francese a prorogare l'applicazione di un'aliquota di accisa ridotta ai prodotti del tabacco immessi al consumo in Corsica. GU dell'Unione Europea 20.12.2003 L333.
    La Direttiva autorizza la Francia a mantenere per le sigarette e per gli altri tabacchi lavorati venduti in Corsica un'aliquota ridotta di accisa, in deroga ai termini generali stabiliti dalle direttive 92/79/CEE e 92/80/CEE, in considerazione dell'incidenza del settore sull'attività economica della Corsica.

Prodotti energetici e dell' elettricità

  • Direttiva 2003/96/CE del 27 ottobre 2003 che ristruttura il quadro comunitario per la tassazione dei prodotti energetici e dell'elettricità. GU dell'Unione Europea 31.10.2003 L283
    La Direttiva ristruttura il quadro comunitario per la tassazione dei prodotti energetici e dell'elettricità. Essa consente inoltre agli Stati membri di applicare aliquote differenziate nazionali per uno stesso prodotto in ragione della sua utilizzazione, nonché di esentare dalle accise o di accordare riduzioni d'accisa per promuovere i biocarburanti, contribuendo in tal modo ad un migliore funzionamento del mercato interno e garantendo un adeguato grado di certezza del diritto agli Stati membri e agli operatori economici.

Sentenze della Corte di Giustizia CE

  • Procedimento C - 260/10 - Sentenza 10 novembre 2011 - "Sesta Direttiva IVA - Esenzioni - Art.13, parte B, lett.f) - Scommesse, otterie e altri giochi d'azzardo con poste di denaro - Principio della neutralità fiscale - bingo meccanici con vincite versate in contanto ("merchanised cash bingo") - Slot machines - Prassi amministrativa che diverge dalle disposizioni legislative - Argomento in difesa basato sulla dovuta diligenza (" due diligence")" - tratto da : http//curia.europa.eu
  • Procedimento C - 94/10 - Sentenza del 20 ottobre 2011 - «Imposte indirette – Accise sugli oli minerali - Incompatibilità con il diritto dell'unione - Mancato rimborso dell'accisa agli acquirenti di prodotti sui quali è stata ripercossa l'accisa"Fiscalità - Sesta direttiva IVA - Art. 21, n. 1 lett. b.) Determinazione del luogo di riferimento fiscale - servizi svolti da un prestatore residente nello stesso paese del destinatario ma che ha stabilito la sede della propria attività economica in un altro paese - Nozione di "soggetto passivo residente all'estero". Tratto da: http://curia.europa.eu
  • Procedimento C163/09 Sentenza del 9 dicembre 2010 –Direttiva 92/83/CEE – armonizzazione delle strutture delle accise sull'alcole e sulle bevande alcoliche – artt.20, primo trattino, e 27, n.1, lett. E) ed f)- Vino, porto e cognac da cucina. Tratto da: http://curia.europa.eu
  • Causa C-458/06 - Sentenza del 12 giugno 2008 - (Competenza della Corte - Direttiva 92/83/CEE - Armonizzazione delle strutture delle accise sull'alcole e sulle bevande alcoliche - Art. 20, primo trattino - Alcole contenuto nel vino da cucina - Esenzione dall'accisa armonizzata) - Tratto da http://curia.europa.eu/
  • Procedimento C-314/06 - Sentenza del 18 dicembre 2007 - (Direttiva 92/12/CEE - Accise - Oli minerali - Perdite - Esenzione dall'imposta - Forza maggiore) - Tratto da http://curia.ue.int/
  • Procedimento C-374/06 - Sentenza del 13 dicembre 2007 - (Rinvio pregiudiziale – Disposizioni tributarie – Armonizzazione delle normative – Direttiva 92/12/CEE – Prodotti soggetti ad accisa – Contrassegni fiscali – Svincolo irregolare da un regime sospensivo – Furto – Immissione in consumo nello Stato membro del furto – Mancato rimborso dei contrassegni fiscali di un altro Stato membro già apposti sui prodotti rubati) - Tratto da http://curia.ue.int/
  • Procedimento C-330/05 - Sentenza del 15 novembre 2007 - (Accise – Oli minerali – Modalità di trasporto atipico) - Tratto da http://curia.ue.int/
  • Procedimento C-391/05 - Sentenza del 1° marzo 2007 - (Accise – Esenzione dall'imposta sugli oli minerali – Direttiva 92/81/CEE – Nozione di " navigazione nelle acque comunitarie") - Tratto da http://curia.ue.int/
  • Procedimento C-5/05 - Sentenza del 23 novembre 2006 - (Disposizioni fiscali - Armonizzazione delle legislazioni - Direttiva 92/12/CEE - Accise - Vini - Artt. 7-10 - Individuazione dello Stato membro in cui le accise sono esigibili - Acquisto da parte di un soggetto privato per il fabbisogno proprio e di altri soggetti privati - Spedizione operata in un altro Stato membro da un'impresa di trasporti - Regime applicabile nello Stato membro di destinazione) - Tratto da http://curia.ue.int/
  • Procedimento C-491/03 - Sentenza del 10 marzo 2005 - (Imposta indiretta - Direttiva 92/12/CEE - Imposta comunale sulla fornitura di bevande alcoliche da consumarsi immediatamente in loco) - Tratto da http://curia.ue.int/