Altre osservazioni

E’ stata altresì espressa dal 17% degli utenti la contrarietà rispetto al meccanismo di indicizzazione automatica dei livelli minimi di tassazione che potrebbe determinare fenomeni inflattivi.
L’8% degli utenti ha espresso il proprio auspicio di un maggiore coordinamento tra la tassazione della CO2 , di cui alla Direttiva Energia ed i meccanismi impositivi della Direttiva ETS.
Inoltre, è valutata criticamente dal 17% degli utenti la facoltà riconosciuta ad alcuni Paesi di prevedere livelli più elevati di tassazione in alcune aree territoriali.
Infine, l’8% degli utenti, con riferimento agli oli lubrificanti, cui la proposta estenderebbe il campo di applicazione della tassazione CO2 indipendentemente dall’uso, ritiene che tali prodotti devono essere considerati prodotti energetici se sono utilizzati come carburanti o combustibili e non quando sono usati per la lubrificazione. Viene inoltre evidenziato che i medesimi oli lubrificanti non utilizzati come carburanti o come combustibili, in uno spirito di armonizzazione e di leale concorrenza, dovrebbero tornare ad essere inclusi nell’ambito di applicazione della direttiva, ma esentati.