Base imponibile

La proposta stabilisce che la base imponibile della cessione di beni o della prestazione di servizi effettuata dietro accettazione di un buono multiuso è pari al valore nominale di detto buono o, nel caso di accettazione parziale, a quella parte del valore nominale che corrisponde all'accettazione parziale del buono, detratto l'importo dell'IVA dovuta sui beni o sui servizi forniti.

È stato osservato, con riguardo specifico ai buoni pasto, che la base imponibile relativa alla cessione del buono è costituita dal corrispettivo pattuito fra le parti, non rilevando la circostanza che questo sia pari, inferiore o superiore al valore facciale del buono.

Ai sensi della vigente disciplina nazionale, inoltre, la società di emissione presta a favore delle aziende clienti un servizio sostitutivo di mensa aziendale reso tramite il buono pasto.