Potenziali effetti negativi derivanti dall’applicazione dell’imposta

Il 31% degli Utenti della Consultazione pubblica avverte un sensibile rischio di delocalizzazione connesso all’introduzione dell’imposta. Considerata l’interconnessione del mercato finanziario mondiale e la relativa semplicità delle operazioni di mobilità dei capitali nonché l’applicazione dell’imposta soltanto a livello UE, tali Utenti ritengono che l’aumento dei costi legato all’imposizione potrebbe avere l’effetto di dislocare le transazioni su altre piazze finanziarie, con ripercussioni economiche negative.

Il 13% degli Utenti ritiene che l’applicazione dell’Imposta sulle Transazioni Finanziarie possa verosimilmente determinare una traslazione a valle dei costi dell’imposizione, dalle istituzioni finanziarie individuate come soggetti passivi ai consumatori finali che ne sopporterebbero di fatto il costo.

Altra preoccupazione avvertita dagli Utenti (6%) è l’incidenza dell’imposta sulle prospettive di crescita per come evidenziato anche dall’analisi di impatto fornita dalla Commissione.