Prorogata la scadenza dello “spesometro” e dell'“esterometro”

28-02-2019

Su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze,  è arrivato alla firma il decreto che proroga la scadenza relativa ai cosiddetti "Spesometro" ed "Esterometro". Questi i punti essenziali del decreto:

L’ art. 1, ai commi 1 e 2, prevede la proroga dal 28 febbraio 2019 al 30 aprile 2019 per le:

  • comunicazioni dello spesometro del 3° e 4° trimestre 2018 e, per coloro che hanno optato per la trasmissione semestrale, del 2° semestre 2018 (art. 1, comma 1);
  • comunicazioni dei dati relativi a cessioni di beni e prestazioni di servizi verso e da soggetti esteri (esterometro, art. 1, comma 1).

L’art. 2 prevede la proroga dal 28 febbraio 2019 al 10 aprile 2019 per le comunicazioni delle liquidazioni periodiche IVA del 4° trimestre 2018.

L’art. 3 prevede, ai commi 1 e 2, per i soggetti che facilitano le vendite a distanza mediante l’uso di interfacce elettroniche, la proroga dei termini:

  • per i versamenti IVA relativi ai primi tre mesi del 2019, da effettuare entro il 16 aprile 2019, al 16 maggio 2019, con la maggiorazione dello 0,40 per cento mensile a titolo di interesse;
  • per le comunicazioni dei dati relativi a cessioni di beni e prestazioni di servizi verso e da soggetti esteri (esterometro, art. 1, comma 1,) relative ai mesi di marzo e aprile, al 31 maggio 2019.

Lo schema di provvedimento in questione è stato predisposto a norma dell’art. 12, comma 5, del decreto legislativo n. 241 del 1997, che consente con dPCM, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, di modificare i termini riguardanti gli adempimenti dei contribuenti relativi alle imposte ivi previste.

Il provvedimento è stato pubblicato nella G.U. Serie Generale n. 54 del 5 marzo 2019