Entrate tributarie internazionali aprile 2018

15-06-2018

Si pubblica il report relativo alle entrate tributarie internazionali del mese di aprile 2018. Il report fornisce l’analisi dell’andamento tendenziale del gettito tributario per i principali Paesi europei, sulla base delle informazioni diffuse con i “bollettini mensili” di Francia, Germania, Irlanda, Portogallo, Regno Unito e Spagna.

L’approfondimento tematico è dedicato all’analisi della dinamica del carico fiscale sul lavoro dipendente sulla base del rapporto pubblicato ad aprile scorso dall’OECD, “Taxing Wages 2018”.

L’indicatore preso in considerazione è il Tax Wedge (cuneo fiscale) calcolato come rapporto tra tutte le componenti del sistema tax-benefit che gravano su un lavoratore (imposta sul reddito, contributi a carico del dipendente, contributi a carico del datore di lavoro, assegni familiari) e il corrispondente costo del lavoro. Inoltre, per misurare l’impatto del sistema fiscale sul reddito disponibile delle famiglie, viene calcolata l’aliquota media personale netta (net personal average tax rate, NPATR), definita come la somma dell’imposta sul reddito personale e dei contributi pagati dal lavoratore, al netto delle prestazioni in denaro, in percentuale della retribuzione lorda.

Dall’analisi emerge che, in tutti i paesi considerati, i contribuenti con figli hanno aliquote NPATR più basse rispetto ai contribuenti senza figli. In particolare, considerando la media OECD, la coppia di coniugi, che ha una retribuzione media, con 2 figli è soggetta a un'aliquota fiscale media personale del 19,3% rispetto al 23,8% riferita alla coppia con lo stesso livello di reddito senza figli.